Come produrre Energia Elettrica

Informazioni utili per chi desidera iniziare a produrre energia elettrica da fonti rinnovabili

Immagine di pannelli fotovoltaici visti dal basso

Produzione di energia elettrica

La produzione di energia elettrica è un’attività liberalizzata che negli ultimi anni è stata caratterizzata da un notevole sviluppo, anche per effetto delle normative emanate a livello europeo e nazionale finalizzate alla promozione dell’utilizzo delle fonti rinnovabili e del risparmio energetico.

un operaio di e-distribuzione che allaccia un impianto per produrre energia elettrica

La transizione energetica verso una produzione di energia più sostenibile è uno dei passi fondamentali nel processo di elettrificazione dei consumi, a fronte degli obiettivi di decarbonizzazione posti a livello globale.

La presenza sempre più importante di clienti produttori è resa possibile anche dall’impegno in termini di innovazione, resilienza e digitalizzazione della rete di distribuzione che noi di E-Distribuzione stiamo portando avanti.

produttori di energia elettrica sono coloro che hanno attivato un impianto di produzione di energia da fonte rinnovabile e non. In particolare, i clienti che possiedono un impianto di produzione possono immettere totalmente l’energia prodotta in rete (produttori puri) oppure possono consumarla per i propri bisogni (prosumer), o infine possono creare delle Comunità Energetiche.

 

Cosa significa autoproduzione dell’energia elettrica?

Per autoproduzione di energia elettrica si intendono tutte quelle possibilità che consentono a privati e imprese di produrre in modo autonomo energia elettrica da fonti rinnovabili o non rinnovabili.

Fonti di produzione

Ad oggi, la produzione di energia avviene utilizzando sia fonti non rinnovabili, tramite lo sfruttamento di combustibili fossili come il petrolio, il carbone e il gas naturale, sia impiegando fonti di energia rinnovabile.

Produrre energia rinnovabile vuol dire utilizzare elementi presenti in natura in maniera diffusa, come sole, vento e acqua, per generare energia elettrica come ad esempio impianti fotovoltaici, solari, termici e impianti di cogenerazione. Questo tipo di energia è in grado di ridurre drasticamente il livello di emissioni.

sistemi di produzione di energia elettrica

Tipi di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili

  • Impianto fotovoltaico, il sistema più utilizzato in Italia per produrre in modo autonomo energia solare pulita ed ecologica. Questo sistema converte, attraverso pannelli fotovoltaici, l’energia solare in energia elettrica.
  • Impianto eolico, basato su pale eoliche in grado di convertire in energia elettrica l’energia cinetica del vento.
  • Impianto idroelettrico, che trasforma l’energia idraulica di un corso d’acqua in energia elettrica rinnovabile.
  • Cogenerazione, con il quale energia elettrica ed energia termica vengono prodotte in un unico impianto.

 

Tipi di impianti di produzione di energia da fonti non rinnovabili

Le principali fonti di energia restano, comunque, le fonti non rinnovabili, risorse limitate che possono essere utilizzate solo una volta e che nel breve periodo non si riproducono naturalmente.
Possono ricondursi a queste forme di energia:

  • Combustibili fossili: come carbone, petrolio e gas naturali
  • Combustibili nucleari: uranio, plutonio
  • Minerali terrestri e minerali metalliferi

Autoproduzione dell’energia da fonti rinnovabili: normative

Il quadro normativo che regola la produzione di energia da fonti rinnovabili, si inserisce in un più ampio piano di sostenibilità ambientale e decarbonizzazione.

Entro il 2030, il 30% dell’energia consumata in Italia dovrà provenire da fonti rinnovabili: questo è uno degli obiettivi del Piano Nazionale Integrato Energia e Clima.

Il Decreto Rinnovabili (D.Lgs n.28/2011) è entrato in vigore il 29 marzo 2011. Accoglie la Direttiva 2009/28/CE della Comunità Europa e stabilisce il quadro istituzionale, gli strumenti e gli incentivi per il raggiungimento degli obiettivi in materia di energie rinnovabili.

A livello UE, i settori dell'eolico, del solare e dell'idroelettrico trovano le linee guida normative all'interno dei pacchetti dedicati alle energie rinnovabili: in materia, il provvedimento più corposo è il Clean Energy Package, un provvedimento che raccoglie al suo interno diversi atti normativi volti ad incentivare misure legislative nei settori dell'efficienza energetica, delle energie rinnovabili e del mercato interno dell'energia elettrica.

Vantaggi della produzione di energia rinnovabile

L’autoproduzione di energia elettrica comporta diversi vantaggi. Grazie alla quota di energia prodotta autonomamente, si riducono i costi delle bollette e poi l’utilizzo di fonti rinnovabili riduce le emissioni di CO2, contribuendo agli obiettivi di decarbonizzazione. Infine, per l’installazione di impianti di autoproduzione è possibile usufruire di detrazioni fiscali, come il Superbonus 100%.

impianto sul tetto per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili

Cosa fare per iniziare a produrre energia?

In conformità con le previsioni delle Deliberazioni ARERA e delle norme CEI di riferimento, abbiamo definito le modalità e condizioni contrattuali, nonché gli standard tecnici di riferimento e le regole tecniche che adottiamo in tema di connessioni alla rete.

Abbiamo messo a disposizione sul nostro sito una sezione dedicata a chi vuole produrre energia, che consente di avviare e gestire la connessione alla nostra rete e di usufruire di servizi digitali del tutto gratuiti. Dalla connessione alla rete, all’avanzamento delle pratiche, sono diverse e diversificate le soluzioni per loro disponibili. Inoltre, con il servizio “Simulatore Connessione Produttori”, è possibile avere una stima dei costi e dei tempi per la realizzazione del tuo impianto.

La richiesta di connessione di un impianto fotovoltaico può essere fatta direttamente online nell’area riservata produttori. È possibile conoscere e seguire lo stato di avanzamento della richiesta, se ne sei titolato, attraverso il servizio “Le Tue Pratiche”. Per approfondire guarda il tutorial

 

Luoghi adatti all’allaccio di impianti di produzione

L’articolo 4 del TICA (Testo Integrato Connessioni Attive), prevede la pubblicazione, da parte dei gestori di rete, di indicazioni qualitative riguardo la disponibilità della capacità di rete, mediante la classificazione delle aree territoriali per livelli di criticità.

Le aree critiche sono aree in cui la capacità della rete per sostenere nuove connessioni non è garantita; pertanto, è possibile verificare in modo immediato quali sono cliccando qui.

I nostri servizi dedicati

foto di una persona che accede ai servizi per produrre energia sul portale di e-distribuzione

Tramite la sezione Produttori del nostro sito, è possibile avviare e gestire la connessione alla nostra rete e usufruire di servizi digitali del tutto gratuiti. Dalla connessione alla rete allo stato di avanzamento delle pratiche, ai pagamenti online, alla consultazione delle misure dell’energia prodotta immessa: le soluzioni disponibili sono diverse e diversificate.

Inoltre, visitando la sezione Supporto troverai ulteriori informazioni per connettere alla rete il tuo impianto di produzione di energia elettrica.

Richiesta di connessione alla rete

È possibile richiedere la connessione di un impianto di produzione nell’area riservata del sito tramite il servizio “Inserisci le tue pratiche”.

All'interno di questa sezione si può scegliere tra le diverse tipologie di domanda di connessione disponibili, come ad esempio:

  • Nuova connessione
  • Modifica della connessione esistente
  • Lotto di impianti
  • Iter semplificato, relativo a domande di connessione di impianti fotovoltaici o micro-cogenerazione che abbiano queste caratteristiche:
    • realizzati presso clienti finali già dotati di punti di prelievo attivi in bassa tensione;
    • aventi potenza non superiore a quella già disponibile in prelievo;
    • aventi potenza nominale minore o uguale a 50 kW;
    • per i quali sia contestualmente richiesto l’accesso al regime dello scambio sul posto o cessione parziale;
    • realizzati sui tetti degli edifici con le modalità di cui all’articolo 7 -bis, comma 5, del decreto legislativo n. 28 del 2011;
    • assenza di ulteriori impianti di produzione sullo stesso punto di prelievo.
    • Plug & Play: cioè, impianti di produzione di taglia molto limitata, con potenza attiva nominale inferiore o uguale a 350 W, che possono essere collegati direttamente all’impianto elettrico tramite la presa di corrente, immettendo energia nel medesimo impianto elettrico.

Questa sezione raccoglie, inoltre, tutte le pratiche in essere, dalla domanda di connessione alle richieste di allacciamento o spostamento. È possibile, inoltre, avere un tracking sullo stato di avanzamento delle richieste di nuova connessione e modifica di quelle esistenti, per la Bassa e Media tensione.

 

Tempi e costi per la connessione

Con il servizio “Simulatore Connessione Produttori”, disponibile nell’area riservata, è possibile avere una stima dei costi e dei tempi per l’esecuzione della domanda di connessione.

Ogni simulazione ha una validità di 24 ore e in questo arco temporale ne possono essere gestite per lo stesso cliente, simultaneamente fino a 5 su POD diversi. Non è possibile, sullo stesso POD, ripetere una simulazione se c’è un’altra in corso. Terminate le 24 ore dalla richiesta di simulazione, la stessa non sarà più consultabile e se ne dovrà richiedere una nuova.

Per ogni simulazione si potrà avere un esito “OK” oppure “KO”. Un’e-mail fornirà i dettagli tecnici in termini di costi e tempi in caso di esito positivo, oppure la motivazione di un eventuale esito negativo.

Attualmente il Simulatore Connessione Produttori può essere utilizzato per le seguenti tipologie di richieste:

  • forniture Bassa tensione domestiche o condominiali con potenza in immissione richiesta fino a 6 kW;
  • forniture Bassa tensione domestiche o condominiali con potenza in immissione richiesta superiore a 6 kW ma con potenza ai fini della connessione pari a 0 kW;
  • richieste di adeguamento di un impianto di produzione esistente in Bassa tensione con potenza ai fini della connessione pari a 0 e potenza nominale inferiore a 20 kW.

Per approfondire come richiedere una simulazione guarda il tutorial.

Esegui il Login o Registrati all'area riservata per entrare nel servizio “Simulatore Connessione Produttori”.

 

 

Letture dell’energia prodotta e immessa in rete

Nel caso di un impianto di tipologia non oraria, tramite il servizio “Letture produttori” è possibile visualizzare e scaricare le letture dell'energia prodotta e immessa in rete negli ultimi 18 mesi.
Questi dati sono anche utili per la compilazione della dichiarazione annuale che alcuni produttori devono presentare all'Agenzia delle Dogane. Per visualizzare e scaricare le letture dell'energia prodotta o immessa in rete negli ultimi 12 mesi, se si ha un impianto di produzione attiva, “Misure GSE Terna” è fondamentale.

 

Curve di carico

Il servizio “BP Curve di carico permette ai produttori di conoscere le curve di carico rilevate dal contatore con dettaglio quartorario, ossia ogni 15 minuti.

 

Piano d'Emergenza per la Sicurezza del Sistema elettrico nazionale (PESSE)

PESSE” è la sezione dove si possono visualizzare le interruzioni possibili della fornitura dovute al piano Pesse, ossia il piano pensato per ridurre i prelievi di energia elettrica in maniera programmata al fine di prevenire e gestire blackout incontrollati.