• 04 giugno 2020

Giornata Mondiale dell’Ambiente

Un impegno che per E-Distribuzione si rinnova ogni giorno

Cabina primaria di Cencenighe

E-Distribuzione attiva su diversi fronti per combattere il cambiamento climatico e rispettare l’ambiente. Oggi in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, ripercorriamo le iniziative e i progetti più significativi.

Il rispetto per la natura si costruisce partendo dai piccoli gesti, da quelle azioni quotidiane che ripetute giorno dopo giorno, una persona dopo l’altra, contribuiscono a creare un mondo migliore a beneficio di tutti.

In tal senso, il nostro impegno è costante e si estende in diversi ambiti, per una sostenibilità circolare che abbraccia tutta la comunità.

Innanzitutto l’infrastruttura: con oltre 1.150.000 km di linee elettriche i nostri impianti sono fondamentali e sono alla base del funzionamento del sistema elettrico del Paese. Per questo ce ne prendiamo cura mettendo in campo tutte le azioni manutentive necessarie nonché interventi preventivi finalizzati a incrementarne la resilienza.

I cambiamenti climatici a cui stiamo assistendo negli ultimi anni, assumono una rilevanza sempre maggiore, in frequenza e intensità, con potenziali impatti sulle infrastrutture. Siamo costantemente al lavoro per sviluppare metodologie innovative che consentono di stimare tali impatti e limitare i possibili danni. Tra le ultime iniziative, il progetto Newman (Near real time Extreme Weather conditions MANagement), che prevede la predisposizione di stazioni meteorologiche e di sensori IoT distribuiti sul territorio per migliorare la previsione near real-time dei fenomeni, oltre all'installazione di stazioni sperimentali, con la collaborazione di RSE (Ricerca Sviluppo Energetico nazionale), per sviluppare ulteriormente i modelli di formazione di manicotti di ghiaccio. La prima stazione sperimentale è stata allestita in Calabria ed è stata seguita dalle installazioni in Piemonte e Abruzzo, siti rappresentativi delle diverse realtà montane del paese.

Il Progetto Resilienza, avviato nel 2017 in accordo alle linee guida di ARERA, che prevede di investire oltre 500 M€ entro il 2020 sulle infrastrutture di rete di Media Tensione: un progetto ambizioso che tutela gli oltre 3 milioni di cittadini residenti in aree climatiche critiche.

Grande attenzione a tutta l’attività di riciclo, con un recupero dei rifiuti che si attesta intorno al 75% di quelli prodotti, a conferma dell’impegno costante verso un modello di economia circolare. Nell’ambito del Progetto Cortina 2021, per i prossimi mondiali di sci alpino, è prevista la realizzazione di 12 vassoi per le premiazioni in materiale di recupero proveniente dai nostri cantieri dell’area di Cortina D’Ampezzo. Infine, ma non meno importante, sono state già individuate le cabine secondarie per la posa di nuovi trasformatori “green”, ovvero apparecchi che impiegano oli in estere vegetale, estratti da semi oleosi o altre fonti rinnovabili, particolarmente adatti nelle installazioni in zone di interesse ambientale in quanto biodegradabili al 90% in soli 28 giorni.

Stiamo mettendo in campo anche alcune azioni di compensazione per ridurre le emissioni di CO2 causate dalle attività industriali relative alla produzione di Open Meter, il contatore elettronico di seconda generazione.

I contratti stipulati con i nostri fornitori prevedono, infatti, che per ogni 100 contatori prodotti venga piantato un albero. A titolo esemplificativo, si riportano i dati relativi allo scorso anno: presso il comune di Macra in provincia di Cuneo, sono stati piantati, 4.500 tra elementi arborei ed arbustivi, nello specifico 2.000 roverelle, 1.500 betulle, 1.000 biancospino come intervento di rimboschimento a seguito di un incendio. A completa maturità, ossia una volta cresciute, queste 4.500 piante saranno in grado di stoccare 6,3 mln. di kg di CO2. La previsione è di piantare, al termine dei contratti di fornitura, un numero di alberi pari a 30.000 che a maturità potranno stoccare circa 40 mln. di kg di CO2.

Nell’ambito delle iniziative a tutela della biodiversità, lavoriamo in prima linea per la salvaguardia delle specie e degli habitat a rischio, in collaborazione con Enti Locali e Organismi Nazionali e Internazionali.

I progetti LIFE ci vedono impegnati nella realizzazione di interventi volti a ridurre il rischio di elettrocuzione dei volatili, collisione in volo contro i conduttori e azioni di ripopolamento e monitoraggio di specie animali minacciate. In particolare dal 2017 siamo impegnati nella tutela del Capovaccaio, un simpatico avvoltoio a maggior rischio di estinzione (LIFE Egyptian Vulture). 
Approfondisci le notizie a sostegno dell'Avifauna e visita la nostra sezione dedicata alla Sostenibilità

Continueremo a impegnarci per ampliare ancor di più il nostro raggio di azione e garantire una tutela sempre maggiore dell’ambiente e dei suoi abitanti in tutte le forme. La sostenibilità è l’unica alternativa possibile e il rispetto ambientale è alla base del benessere collettivo.