Il progetto Puglia Active Network

prova
Guarda il video
Leggi la trascrizione

La Puglia è la regione italiana con la maggiore produzione di energia da impianti di generazione da nuove fonti rinnovabili.

Proprio l'alta concentrazione di piccoli e grandi produttori di energia a zero emissioni e la necessità di gestire un offerta che supera il fabbisogno energetico locale ha reso questa regione la terra ideale per lo sviluppo del progetto Puglia Active Network di e-distribuzione.

Il progetto vincitore del bando Ner300 promosso dalla Comunità Europea nell'ambito dei progetti dimostrativi relativi a tecnologie innovative per le energie rinnovabili e sostenuto dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare farà della Puglia la prima regione al mondo a testare l'efficienza di un sistema elettrico innovativo. Una rete intelligente percorrerà l'intera regione e sarà in grado di gestire il servizio con maggiore flessibilità integrando l'energia generata dagli impianti rinnovabili distribuiti sul territorio e garantendo un costante equilibrio tra domanda e offerta di energia.

Grazie alle più moderne tecnologie la Smart Grid pugliese sarà più affidabile e sicura. Sarà in grado di trasportare non solo elettricità ma anche informazioni e dati per conoscere in tempo reale l'andamento dei consumi.

L'innovazione portata dal progetto Puglia Active Network corre veloce anche sulle strade della regione. La Rete Smart infatti cambierà anche il modo di muoversi in città. Grazie allo sviluppo di un'infrastruttura di ricarica per i veicoli elettrici su scala regionale si viaggerà a zero emissioni senza impatti sull'ambiente.

Con il progetto Puglia Active Network e-distribuzione conferma la leadership tecnologica italiana nell'innovazione energetica e il suo impegno concreto per l'evoluzione del sistema di rete in chiave smart.

La smart grid apre la strada alla smart region.

Puglia Active Network in modo migliore di vivere l'energia

Migliorare le performance e abilitare una gestione innovativa della rete elettrica: sono questi gli obiettivi principali di Puglia Active Network (PAN), il progetto da 170 milioni di euro predisposto da e-distribuzione in risposta al bando europeo NER 300.

La Puglia è una regione con una elevata presenza di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili e necessita quindi di ottimizzare l'esercizio della rete elettrica, caratterizzata da una forte saturazione. Grazie alle nuove tecnologie smart sarà possibile gestire in maniera ottimale questa produzione frammentata, in modo da consentire l'immissione in rete di una quantità di energia rinnovabile sempre maggiore, migliorando allo stesso tempo la qualità del servizio.

Grazie a Puglia Active Network una rete intelligente percorrerà l'intera Regione, integrando l'energia generata dagli impianti rinnovabili distribuiti sul territorio e garantendo ai Clienti un costante accesso alle informazioni sull'andamento dei consumi.

Il progetto, che avrà una durata di anni 9 + 1 (2014-2024), si basa su tre azioni principali:

  • potenziamento della rete elettrica, per una sua maggiore efficienza e sicurezza;
  • sviluppo su scala regionale di una infrastruttura di ricarica per veicoli elettrici integrata nella rete di distribuzione, per implementare un nuovo modello di mobilità ecosostenibile a zero emissioni;
  • monitoraggio dei consumi energetici con il kit Smarti Info+ per sviluppare una maggiore consapevolezza nell'utilizzo dell'energia elettrica (nelle abitazioni e nelle piccole attività commerciali).

In particolare, con l'implementazione di PAN diventerà smart circa il 50% delle linee di media tensione della regione e oltre 8000 cabine saranno in grado di dialogare tra loro attraverso una velocissima rete di telecomunicazione in tecnologia LTE (Long-Term Evolution) in aree a bassa/media densità abitativa.

  • 170 M€ di valore di progetto con forti impiatti sullo sviluppo di imprese locali;
  • Riduzione delle perdite di rete;
  • Aumento della Hosting Capacity;
  • Abilitazione dell'integrazione delle fonti di energia rinnovabile;
  • Nuovi servizi a valore aggiunto.