• 09 giugno 2021

Ranieri eletto presidente di EU DSO ENTITY

La decisione della prima assemblea e del comitato direttivo di questo organismo nato per dare voce ai distributori di energia elettrica nell’ambito delle istituzioni europee

Immagine della creatività per Ranieri Presidente EU DSO ENTITY

Vincenzo Ranieri, nostro amministratore delegato, è stato eletto presidente di EU DSO ENTITY, la nuova associazione dei distributori europei: l’importante riconoscimento arriva nel corso della prima assemblea generale e del primo comitato direttivo dell’organismo. L’ultimo passaggio di ratifica formale è previsto nella “General Assembly” del 30 giugno.

Vincenzo Ranieri ricoprirà la carica di presidente di EU DSO ENTITY, associazione senza fine di lucro volta a rappresentare i distributori di energia elettrica nell’ambito delle istituzioni europee. In attesa della conferma definitiva, che avverrà nella seconda assemblea generale in programma per il prossimo 30 giugno, il vertice della EU DSO ENTITY sarà composto anche dei vice presidenti Stefan Sedin (Jämtkraft Elnät AB, Svezia), Sylvain Gomont (SRD), Francia, Johan Mörnstam (E.ON N Észak-dunántúli Áramhálózati Zrt.), Germania. La durata del mandato è di quattro anni.

Nato a seguito del Regolamento Europeo (EU) 2019/943, l’organismo mira a completare il framework istituzionale, assicurando sinergia e collaborazione al fine di rafforzare il ruolo chiave dei DSO nel contesto della transizione energetica.  I membri già registrati attualmente sono già 902.

Tra questi anche noi di E-Distribuzione che abbiamo aderito nel novembre 2020, per consolidare ulteriormente la collaborazione nell’ambito di tematiche per noi di importanza strategica.

“Insieme, abbiamo l’opportunità di dar voce in Europa a più di 280 milioni di clienti. Uniti, possiamo fare la differenza e guidare la transizione energetica verso un futuro sostenibile e inclusivo”, ha dichiarato il nostro AD nel discorso con cui ha presentato la sua candidatura. “Mia ambizione è quella di assicurare che tutti i punti di vista e tutte le esigenze siano ascoltati e presi in considerazione in un momento cruciale della storia d’Europa”, ha concluso Ranieri.