• 02 dicembre 2020

Allacciamo le energie a Monselice, Cosenza e Prato

Le ultime iniziative, attivate in tempi record, a favore di un drive-in nella città veneta, di un ospedale da campo in quella calabrese e di un Centro Covid in quella toscana

Immagini di Cosenza, Monselice e Prato

Continua “Allacciamo le energie”, il nostro progetto con cui doniamo un collegamento alla rete elettrica a presidi e aree sanitarie pubbliche, anche temporanee, nate per far fronte all’emergenza sanitaria. Tra gli ultimi interventi, abbiamo realizzato in tempi record, l’allaccio al nuovo drive-in di Monselice, e una nuova Cabina Elettrica a Cosenza che ha permesso l’attivazione di due grosse forniture a servizio del nuovo ospedale da campo, mentre a Prato abbiamo allacciato una fornitura straordinaria da 350 kW per la struttura allestita dalla Regione Toscana dedicata ai ricoveri Covid.

Prosegue dunque il nostro impegno sul territorio con progetti concreti e messi in campo in tempi rapidissimi a supporto delle strutture sanitarie e pubbliche impegnate in prima linea nel contrasto al coronavirus.

A Monselice (Padova) abbiamo portato a termine l’allacciamento elettrico della nuova postazione mobile dove si effettuano i tamponi. “Vogliamo essere vicini al territorio, condividendo i momenti di difficoltà e mettendo a disposizione la nostra professionalità e il nostro spirito di servizio”, sottolinea Roberto Zanchi, responsabile Area Nord.

A Cosenza, rispondendo prontamente alla richiesta della Protezione Civile, i nostri tecnici sono riusciti, in meno di 48 ore, ad energizzare l’area in cui verrà allestito un Ospedale da campo. In particolare, è stato necessario collocare una nuova cabina di trasformazione e collegarla alla più vicina Rete in Media Tensione, in modo da poter mettere a disposizione della struttura due nuove forniture in bassa tensione, ciascuna di 200 kW, che consentiranno di evitare l’utilizzo di gruppi elettrogeni sin dall’iniziale fase di allestimento.

“Anche E-Distribuzione è in prima linea – ha dichiarato Gianfranco Perrone, responsabile Zona Cosenza – e vuole fornire il proprio sostegno concreto e immediato a favore del territorio in cui opera. Oltre a garantire ogni giorno un servizio primario alla nostra comunità, con l’iniziativa “Allacciamo le energie” vogliamo offrire un ulteriore contributo a favore di quanti sono quotidianamente impegnati nel contrasto alla pandemia”.

Da Sud a Nord perciò, il nostro progetto non si ferma. Anche a Prato abbiamo accolto immediatamente la richiesta della Protezione Civile della Regione Toscana per l’attivazione di una fornitura straordinaria da 350 kW.

Grazie alla posa di apparecchiature di ultima generazione all’interno della cabina “Galcianese 34” e alla realizzazione di un nuovo punto di consegna in Media Tensione, sarà garantito l’approvvigionamento elettrico al nuovo Centro Covid Pegaso, pronto ad accogliere, a partire dall’8 dicembre prossimo, 190 pazienti (a regime la capienza sarà di 340 posti),  consentendo così di alleggerire la pressione sui vicini ospedali. La struttura sarà anche un centro di eccellenza per gli studi sulla pandemia.

Continuiamo a lavorare con impegno e spirito di servizio – ha detto Francesco Rondi, Responsabile area Centro Nord – garantendo un servizio primario ai territori. L’azienda elettrica, in collaborazione con le Istituzioni nazionali, regionali e locali, è vicina e attenta alle esigenze delle comunità e, attraverso l’iniziativa ‘Allacciamo le energie’, vuole offrire un contributo concreto a tutti i soggetti impegnati in questa battaglia contro il virus”