• 05 agosto 2020

Valcamonica: al via i lavori per il potenziamento della rete dei sottoservizi

Firmato l’accordo sinergico nell’ottica della razionalizzazione e della sostenibilità

L’unione fa la forza e il gioco di squadra è spesso vincente.

Lo dimostra anche l’accordo che abbiamo sottoscritto lo scorso 24 luglio presso la Comunità Montana a Breno congiuntamente all’ente comprensoriale stesso, ai Comuni di Lozio e Ossimo e alla Blu Reti Gas.

Grazie a una unità di intenti tra più soggetti e alla volontà di lavorare in coordinamento saranno realizzati, una serie di sottoservizi per l’acquedotto, l’energia elettrica e il metano, nei territori di Lozio e Ossimo, limitando i disagi, massimizzando gli sforzi e risparmiando tempo e denaro.

Al contempo si risolverà il problema della mancanza del collegamento alla rete del gas metano del comune di Lozio e si migliorerà la resilienza della rete elettrica agli eventi meteorologici estremi. Il modello messo in atto è innovativo e virtuoso e per questo c’è l’intenzione, qualora se ne verificassero di nuovo le condizioni, di esportarlo in altri territori della Valcamonica. 

L’esigenza è nata dalle criticità a livello locale nell’ambito dell’erogazione del servizio idrico integrato: in particolare, vi era la necessità di sostituire la tubazione obsoleta dell’acquedotto del Comune di Ossimo che, in un’ottica di razionalizzazione e semplificazione, ha attivato un tavolo tecnico-organizzativo per coordinare la posa simultanea di altri sottoservizi quali l’energia elettrica e il metano. Al tavolo tecnico istituzionale come E-Distribuzione abbiamo lavorato proattivamente cogliendo l’opportunità di investire in modo sinergico e sostenibile a beneficio del territorio, migliorando la qualità del servizio attraverso la realizzazione di 9 km di nuova rete di Media Tensione interrata cui saranno connessi circa 1.000 clienti.  

Nello specifico poseremo il cavidotto di Media Tensione, in modo da ottimizzare la rete di distribuzione dell’elettricità a Lozio, in concomitanza alla sostituzione della tubazione dell’acquedotto di Ossimo. In parallelo, riqualificheremo anche alcuni tratti dell’attuale linea aerea in Media Tensione che alimenta il Comune di Lozio mediante interramento di tratti di linea e sostituzione di sostegni. 

La Comunità montana, coinvolta dai sindaci di Ossimo Cristian Farisè e di Lozio Francesco Regazzoli, svolge il ruolo di capofila per coordinare in particolare l’iter autorizzativo propedeutico alle attività.  

“È interesse di tutti realizzare il progetto garantendo con un unico intervento più sottoservizi necessari alle comunità – dichiara il presidente Alessandro Bonomelli – “il nuovo acquedotto di Ossimo e le reti di energia elettrica e metano di Lozio. Il lavoro sarà simultaneo tra i vari attori, ottenendo così sinergie in termini economici e autorizzativi, ottimizzazioni dei tempi e dell’organizzazione e minor impatto ambientale. Il nostro auspicio è che questo modello possa creare i presupposti di una nuova collaborazione tra soggetti istituzionali e società dei servizi pubblici a rete, da replicare anche in altri Comuni della Valcamonica”. 

Nel dettaglio, il progetto prevede la realizzazione di sottoservizi tra Ossimo e Villa di Lozio lungo tre tratti: Ossimo-Creelone, Creelone-Resone (prevista la posa del cavidotto in Media Tensione per l'energia elettrica, la tubazione dell'acquedotto e del metano) e Resone-Villa (posa del cavidotto in Media Tensione per l'elettricità e la tubazione del metano). 

“Siamo estremamente soddisfatti di questo accordo, è un esempio di cooperazione efficace ed efficiente con le realtà territoriali della Valcamonica. In virtù di questo accordo E-Distribuzione effettuerà una serie di interventi sulla rete, che porteranno a un notevole miglioramento della qualità del servizio elettrico – commenta Roberto ZanchiResponsabile Area Nord di E-Distribuzione -  La comunicazione e la collaborazione con le amministrazioni comunali e con la Comunità Montana della Valcamonica sono state fondamentali per il successo di questo progetto”.