• 09 giugno 2020

Riaffiora a Paestum uno dei due pilastri della Porta Aurea

Una nuova scoperta durante il rifacimento della linea elettrica

Scavo di Paestum

Durante i lavori di miglioramento della rete elettrica condotti dai nostri tecnici, sono state portate alla luce nuove scoperte archeologiche, pezzi di storia della penisola italica.
Il ritrovamento è avvenuto a Paestum lungo la via Magna Grecia: tra stupore e curiosità dei passanti, è riemersa parte della pavimentazione e dei blocchi in calcare locale di uno dei due pilastri su cui poggiava l’arco della Porta Aurea.

Le nostre squadre hanno tempestivamente interrotto i lavori e avvertito le autorità locali.
Immediato il sopralluogo degli archeologi della Soprintendenza locale per ridefinire il progetto iniziale e procedere ad indagini archeologiche per far luce su questa porzione delle mura di Paestum, finora sconosciute se non da vecchie piante dell’Ottocento.

"Dopo i recenti ritrovamenti a Montepulciano, siamo orgogliosi di aver contribuito a un importante ritrovamento storico che valorizza il territorio campano, un territorio che ci vede impegnati in continui lavori di potenziamento della rete a beneficio del servizio per i nostri clienti". Queste le parole di Domenico Trotta, Responsabile della Zona di  Salerno- Sala Consilina, di E-Distribuzione.

Non si è fatta attendere la risposta dell’amministrazione comunale di Capaccio-Paestum guidata dal Sindaco Alfieri che ha dichiarato: “Paestum non finisce mai di sorprenderci, sono ancora tante le bellezze da scoprire e noi come amministrazione non possiamo che essere al fianco degli organi del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo che tutelano e valorizzano la nostra storia”.