• 04 aprile 2019

Realizzazione di reti intelligenti di distribuzione e Bando PO FESR Sicilia

In aggiunta ai progetti finanziati dal MISE, ulteriori 11 progetti per un totale di circa 43,3 milioni euro, sono finanziati con fondi PO FESR dalla Regione Siciliana.

Foto della consegna decreti di finanziamento a Palermo.

Con Decreto del 20 marzo 2017 il Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE) ha pubblicato il Bando sulle infrastrutture elettriche per la realizzazione di reti intelligenti di distribuzione dell’energia (smart grid) nei territori delle Regioni meno sviluppate e prevede la realizzazione di interventi di costruzione, adeguamento, efficientamento e potenziamento di infrastrutture elettriche per la distribuzione, o Smart Grid, finalizzati ad incrementare direttamente la quota di fabbisogno energetico coperto da generazione distribuita da fonti rinnovabili.

Sono stati finanziati dal MISE 35 progetti, per un valore complessivo di 138 milioni di euro.

Dei 35 progetti di cui sopra, 16 ricadono nella Regione Sicilia, per un totale di circa 54,3 milioni di euro.

In aggiunta ai progetti finanziati dal MISE, ulteriori 11 progetti  per un totale di c.ca 43,3 milioni euro, sono finanziati con fondi PO FESR dalla Regione Siciliana, attraverso apposita delibera regionale del 27/07/2018 che ratifica e comunica alla Corte dei Conti l’ammontare di risorse regionali per coprire tali progetti.

Grazie a questi 11 progetti, sarà favorito lo sviluppo delle energie rinnovabili, poiché la rete sarà in grado di accogliere ulteriore potenza da energia rinnovabile, assicurando al contempo migliori performance anche agli oltre 50.000 produttori già connessi. Inoltre la rete elettrica siciliana sarà più affidabile, resiliente e intelligente, a tutto vantaggio di clienti e imprese e produttori.

In solo ambito POR a partire dalle Cabine Primarie, con il potenziamento, l’ampliamento e la smartizzazione di 11 impianti (ndr nuovi trasformatori e nuove linee), di 240 km di linee di media tensione (200 aeree, 40 km interrate) e 650 cabine secondarie, introdurremo anche la più evoluta tecnica di automazione al mondo, la Smart Fault Selection,  in grado di minimizzare i tempi di ripristino dei guasti, ripristinando la porzione di rete sana in meno di un secondo, e massimizzando il contributo delle energie rinnovabili per immettere in rete energia pulita. Infine, porteremo le smart grds fin dentro le case dei siciliani, intervenendo sulla rete di bassa tensione con 200 interruttori BT Telecontrollati.

Se includiamo anche gli interventi previsti in ambito PON (totale PON+POR) interverremo su:

  • 27 Cabine primarie (16 PON, 11 POR)
  • 515 km di rete MT (275 PON, 240 POR), 190 linee smartizzate (100 PON, 90 POR)
  • 1350 cabine secondarie (700 PON, 650 POR)
  • 400 Int. bt telecontrollati (200 PON, 200 POR)
Logo di POFESR e della comunità Europea