• 29 giugno 2017

Open Meter: workshop sul monitoraggio delle performance di comunicazione su Chain 2

Immagine del contatore Open Meter

Secondo importante evento “Open Meter” della settimana per E-distribuzione.


Il 28 giugno 2017, si è tenuto a Roma il seminario volto a chiarire gli aspetti tecnici e organizzativi della campagna di monitoraggio delle performance in condizioni reali della comunicazione via PLC-C, lungo la cosiddetta Chain 2, tra i misuratori 2G e i Dispositivi Utente (DU), richiesta dall’Autorità per l’Energia Elettrica il Gas e il sistema idrico (AEEGSI) nell’ambito della sua valutazione del piano di messa in servizio dello smart metering di seconda generazione (2G) di E-distribuzione.
 
In particolare, con la Deliberazione n. 222 del 6 aprile 2017, l’AEEGSI ha stabilito che il monitoraggio sia strutturato prevedendo la partecipazione attiva dei soggetti interessati (venditori di energia, fornitori di apparati, Energy Service Companies, ecc.), che a loro volta si impegneranno a individuare i clienti finali - domestici o non domestici, purché dotati di misuratore 2G monofase - da coinvolgere. 

 

Il monitoraggio si focalizzerà sulle prestazioni effettive end to end della comunicazione su Chain 2, con riferimento al riscontro tra i messaggi inviati dal misuratore 2G e i messaggi ricevuti dai DU in campo.


E-distribuzione finalizzerà le funzionalità software richieste per la comunicazione sulla Chain 2 considerando i Casi D’Uso, il Modello dei Dati e il relativo protocollo come definiti in ambito CEI e si farà carico di tutti gli aspetti necessari per il corretto avvio dell’iniziativa di monitoraggio, con l’obiettivo di misurare le performance, previa disponibilità nei tempi previsti dei protocolli CEI, per 4 mesi nel 2017. 
 
Saranno monitorate le prestazioni di un massimo di 1.000 DU in una o più aree interessate dalla campagna di installazione massiva del contatore 2G, individuate in accordo con i soggetti coinvolti nella sperimentazione. 

E-distribuzione si impegna a fornire il supporto necessario durante la fase di monitoraggio, compreso l’assessment in campo di eventuali problematiche di comunicazione per un numero massimo di 100 interventi presso i clienti, volti all’identificazione di particolari sorgenti di interferenza locale.

 

Ulteriori dettagli sulla procedura di monitoraggio sono disponibili qui.

 

L’analisi dei dati di performance della comunicazione acquisiti durante il monitoraggio, e la predisposizione delle elaborazioni statistiche di sintesi saranno a cura della società di ricerca RSE (Ricerca sul Sistema Energetico), che provvederà anche alla pubblicazione degli esiti finali del monitoraggio.
 
Al seminario di presentazione della campagna di monitoraggio, nel corso del quale, oltre ai responsabili del progetto Open Meter di E-distribuzione, sono intervenuti come relatori l’ing. Lo Schiavo, Vicedirettore Direzione Infrastrutture Energia e Unbundling dell’AEEGSI, e l’ing. Di Marino, Presidente Generale del Comitato Elettrotecnico Italiano, hanno preso parte oltre 50 imprese del settore, che con la loro attiva presenza hanno confermato l’interesse del mercato elettrico per le nuove tecnologie di metering 2G sviluppate da E-distribuzione.