• 13 luglio 2018

E-Distribuzione: concluso il “Progetto Belluno”

Investimento di 27 milioni di euro per 3 nuove cabine, 250 km di linee di ultima generazione e l’automazione della rete.

Immagine di un lago sotto le dolomiti nelle vicinanze di Belluno

Con un bilancio di 27 milioni di euro di investimento, 3 nuove cabine primarie e oltre 250 km di linee di ultima generazione è giunto a conclusione il “Progetto Belluno”, l’articolato ed esteso programma di rinnovamento della rete elettrica della provincia elaborato da E-Distribuzione.

I risultati sono stati illustrati da Vincenzo Ranieri, Amministratore Delegato di E-Distribuzione, in occasione dell’incontro dedicato alle istituzioni politiche ed economiche che ha visto la partecipazione, tra gli altri, di Roberto Marcato, Assessore allo Sviluppo Economico ed Energia Regione Veneto, Roberto Padrin, Presidente Provincia di Belluno, Francesco Esposito, Prefetto di Belluno e Matteo Zoppas, Presidente Confindustria Veneto

“Il Progetto Belluno – ha sottolineato Vincenzo Ranieri - rappresenta un esempio importante di intervento strutturato che ha coniugato innovazione tecnologica e qualità del servizio nel pieno rispetto delle peculiarità di un territorio unico. Abbiamo progettato e realizzato interventi per 27 milioni di euro per una rete più intelligente, più resiliente e più sostenibile in un territorio a forte vocazione turistica e imprenditoriale”.

Sono stati oltre 250 i cantieri attivati per la gestione della rete elettrica di media e bassa tensione e tre di questi hanno riguardato interventi determinanti: sono quelli per le Cabine Primarie di Cencenighe, Pelos e Somprade, nodi determinanti per assicurare una maggiore affidabilità e flessibilità al sistema elettrico nel suo complesso, grazie alla forte interconnessione con le linee di Trasmissione in Alta Tensione e con la fitta maglia di linee che fornisce energia elettrica agli oltre 60 comuni della provincia. I benefici dell’intervento interessano direttamente circa 75.000 clienti, famiglie e attività imprenditoriali che potranno contare su un servizio davvero eccellente, con effetti positivi anche per le regioni e province confinanti.

“La Regione – ha sottolineato l’assessore veneto Marcato – si è dotata del Piano Energetico con cui affrontare sfide importanti come la crescita del tessuto economico e sociale e la sostenibilità ambientale. Sono sfide che investono anche le infrastrutture energetiche, che devono essere sempre più efficienti e sempre meno impattanti. Sotto questo profilo, il progetto di rinnovamento della rete elettrica realizzato da E-Distribuzione migliorerà il servizio sul territorio bellunese per i cittadini e le imprese”.

I dati di questi ultimi 5 anni confermano il raggiungimento di importanti traguardi: rispetto al 2013 la durata delle interruzioni si è dimezzata e il loro numero si è ridotto di circa il 40%.

Questo straordinario risultato è stato ottenuto anche grazie agli interventi di rinnovamento tecnologico operato su tutta la rete elettrica. Oltre 200 chilometri di linee utilizzano ora un cavo isolato di ultimissima generazione e altri 52 km di linee sono stati interrati: queste soluzioni impiantistiche ridurranno drasticamente i disservizi legati a fenomeni meteorologici e alla caduta di alberi sulle linee.

La nuova rete bellunese potrà contare anche su un fortissimo livello di automazione: decine di cabine secondarie sono state infatti completamente rinnovate e dotate di sofisticati sistemi che consentono, anche in caso di guasto accidentale sulla rete, di isolare i tratti di linea disalimentati e ripristinare il servizio in pochi minuti. Grazie ad oltre 110 sistemi di telecontrollo sia le cabine che la rete elettrica sono oggi monitorate dal Centro Operativo di E-Distribuzione, che potrà intervenire da remoto sulle linee, ed effettuare manovre automatiche, rialimentando la stragrande maggioranza della clientela prima ancora dell'arrivo delle squadre sul posto e riducendo quindi notevolmente i tempi di intervento in caso di disservizio.  

La sinergia con il territorio è stato l’elemento chiave per il completamento del Progetto Belluno: “Abbiamo completato i lavori in poco più di tre anni ha ricordato Ranieri - anche grazie alla proficua e fattiva collaborazione con Enti e Istituzioni locali, che hanno reso più agevole l’attuazione dei piani di sviluppo della rete. Con questo progetto E-Distribuzione conferma il proprio impegno per la digitalizzazione e l’innovazione tecnologica della rete al servizio dei clienti e di tutto il Paese”.